Infovaticana
Un concorso internazionale per rimettere in piedi la basilica di San Benedetto a Norcia
St. Benedict's Cathedral in the ancient city of Norcia is seen following an earthquake in central Italy, October 31, 2016. REUTERS/Remo Casilli
a2, Dall'Italia, News

Un concorso internazionale per rimettere in piedi la basilica di San Benedetto a Norcia

Redazione Infovaticana
27 aprile 2017

Un concorso internazionale di architettura per progettare la ricostruzione della basilica di San Benedetto a Norcia, distrutta dal terremoto dello scorso 30 ottobre. E insieme un “luogo della memoria” per non dimenticare quanto successo e le vittime del sisma. Sono queste le due proposte di mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia.

L’idea è quella di realizzare un luogo della memoria incastonato in quel che resta della basilica di San Salvatore, a Preci, dove, come si legge sul Sir che riporta le parole dell’arcivescovo, «custodire tutte le opere d’arte, veri pezzi di storia e di vita delle popolazioni locali. Il legame della gente con le loro chiese – sottolinea Boccardo – è forte».

«Sarebbe bello – aggiunge – che tutti questi pezzi, prima di tornare nelle loro chiese di origine, potessero essere raccolti in un unico luogo e resi visibili alla loro gente come anche a pellegrini e turisti che così potrebbero conoscere la storia di questi luoghi e delle comunità che li abitano».

Per quanto riguarda la ricostruzione della basilica di San Benedetto a Norcia, la proposta è quella di un concorso internazionale aperto a tutti, anche a grandi nomi dell’architettura, per un progetto che tenga insieme i pezzi rimasti della chiesa, la facciata, l’abside, la base del campanile, collegandoli ad un’aula liturgica nuova che custodisca la memoria del passato, «aprendosi al presente e al futuro valorizzando i resti del terremoto che sono cicatrici che non possiamo cancellare».

Redazione Infovaticana

Infovaticana.it è un nuovo portale di informazione cattolica, che si prefigge l’obiettivo di trattare le notizie e gli avvenimenti che riguardano il mondo della Chiesa. Non solo le varie attività del Pontefice, ma anche ciò che accade in ambito locale, nazionale e internazionale. Gestito da un gruppo di ferventi laici impegnati da sempre all’interno della vita della Chiesa Universale e a sostegno di essa, il Portale, indipendente da qualsiasi istituzione, si pone, tra gli obiettivi, di veicolare la cultura cattolica nella vita quotidiana, nel lavoro e nel sociale, attraverso gli insegnamenti del Vangelo e del Magistero. Tra gli obiettivi del sito anche quello di raccontare il volto umano della Chiesa, analizzando l’attualità per trasmettere un messaggio che possa favorire l’interazione, il dialogo ed essere quindi uno strumento di evangelizzazione, diretta e indiretta, attraverso il Web e i Social Media, che lo stesso Santo Padre ha definito “un dono di Dio” e un luogo “ricco di umanità, non una rete di fili ma di persone umane” (dal Messaggio per la XLVIII Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, 24 gennaio 2014). @infovaticanaIT


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*