Infovaticana
Attentato terroristico a Manchester, il cordoglio dei vescovi inglesi
a1, a2, Dal Mondo, News

Attentato terroristico a Manchester, il cordoglio dei vescovi inglesi

Salvatore Tropea
23 maggio 2017

Un’esplosione, o forse due o forse una più un secondo ordigno inesploso, hanno provocato ieri sera a Manchester la morte di almeno venti persone e il ferimento di altre sessanta. L’attacco terroristico, di questo infatti si stratta come confermato dalla polizia britannica già poche ore dopo quanto avvenuto, è avvenuto alla fine di un concerto di Ariana Grande, una famosa cantante statunitense molto venga tra giovani e giovanissimi.

Secondo quanto riportano alcuni media, potrebbe trattarsi di una bomba “farcita di chiodi”, ma gli investigatori sono quasi certi: “L’attacco è stato effettuato da un solo uomo che è morto nell’attentato”. L’esplosione sarebbe avvenuta nel foyer del palazzetto, poco dopo le 22.30, subito dopo la fine del concerto.

Intanto questa mattina i vescovi britannici hanno espresso il loro cordoglio e la loro solidarietà per le vittime e i feriti dell’attentato, per mezzo delle parole del cardinale Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster e presidente della Conferenza Episcopale di Inghilterra e Galles. Il cardinale ha indirizzato una lettera al vescovo della diocesi si Salford, da cui dipende la città di Manchester, mons. John Arnlod, pubblicata anche sul profilo twitter della stessa diocesi. «È con grande dolore – scrive Nichols – che apprendo dalla stampa dell’atrocità vissuta la scorsa notte a Manchester. Possa Dio concedere forza e fede a tutti coloro che hanno perso un familiare, ai feriti e alle persone che sono rimaste traumatizzate. Possa Dio accogliere nella sua Misericordia tutti coloro che sono stati uccisi. Possa Dio convertire i cuori di tutti coloro che commettono il male e far loro capire il suo desiderio e le sue intenzioni per l’umanità».

Salvatore Tropea

Classe 1992, Calabrese, dopo aver conseguito la maturità scientifica nel suo paese (Gioiosa Ionica, in provincia di Reggio Calabria), consegue la laurea in Scienze della Comunicazione, percorso “Giornalismo, Uffici Stampa e Relazioni Pubbliche”, presso la Libera Università Maria SS. Assunta – LUMSA di Roma. Collabora da diversi anni con il mensile locale “L’Eco del Chiaro” e con il giornale studentesco della Pontificia Università Lateranense. Appassionato a livello dilettantistico di Fotografia, ha partecipato, con questo incarico, al First International Meeting of Young Catholics for Social Justice che si è svolto dal 20 al 24 Marzo 2013 a Roma e fa parte del Board dell’Osservatorio Internazionale dei Giovani Cattolici. Da diversi anni svolge servizio di volontariato a Lourdes con l’associazione scoutistica OPFB-onlus, di cui è stato responsabile nella pattuglia/staff nazionale per Foto e Video e ne cura l’aspetto social, ed è segretario del Leo Club Roma Urbe, con il quale si impegna nel sociale con varie attività di volontariato e raccolta fondi. Attualmente - dopo aver frequentato il Master di I livello in Digital Journalism presso la Pontificia Università Lateranense, con il quale ha svolto due mesi di stage presso la redazione italiana di Radio Vaticana - frequenta il Master in Giornalismo della Lumsa di Roma. Da aprile 2017 sta svolgendo uno stage di tre mesi presso Il Venerdì di Repubblica. @tropea92


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*