Infovaticana
Nuovo appello di sacerdoti e laici contro la Fiducia supplicans
Notizie

Nuovo appello di sacerdoti e laici contro la Fiducia supplicans

Una novantina di ecclesiastici, studiosi e autori hanno diffuso una nuova dichiarazione indirizzata a vescovi e cardinali, chiedendo loro di vietare tali benedizioni nelle rispettive diocesi e di chiedere a Papa Francesco di ritirare del tutto il documento.

Questo sabato il Papa ha chiesto che “la forma sinodale della Chiesa, che in questi anni stiamo riscoprendo e coltivando, suggerisce che la Quaresima è anche un tempo di decisioni comunitarie”, ma è difficile per i fedeli continuare a credere in questa decantata sinodalità quando la decisione più rivoluzionaria e contestata degli ultimi tempi, Fiducia supplicans, è stata redatta senza alcuna comunicazione con i vescovi e senza nemmeno seguire il consueto processo di consultazione di quella “Chiesa pre-sinodale” che, ci viene da pensare, ha preceduto la “Chiesa di Francesco”.

La risposta delle conferenze episcopali e dei singoli vescovi non ottiene l'”ascolto attento” di Roma che sembra concentrarsi esclusivamente sul dissenso progressista. Così, nel tentativo di farsi sentire a Roma, novanta ecclesiastici e laici hanno firmato una “petizione filiale” indirizzata ai vescovi e ai cardinali per chiedere il ritiro del controverso documento.

Gli autori sottolineano che c’è stata una reazione molto forte contro questo documento emesso dal Dicastero per la Dottrina della Fede e firmato dal cardinale Victor Manuel Fernandez, affermando che “una parte rilevante dell’episcopato mondiale lo ha praticamente rifiutato, a causa della sua evidente rottura con le Scritture e la Tradizione della Chiesa”. Anche cardinali come il cardinale Robert Sarah e il cardinale Gerhard Müller si sono espressi contro il documento vaticano.

L’appello filiale sostiene contro il documento che “il segno concreto dato da una tale benedizione, davanti al mondo intero, è che le “coppie irregolari”, sia extraconiugali che omosessuali, secondo la Chiesa cattolica, sarebbero ora accettabili a Dio, proprio nel tipo di unione che le configura specificamente come coppia. Né ha senso separare la “coppia” dall'”unione”, come ha fatto la tab. Fernandez ha tentato di farlo, poiché una coppia è tale per via dell’unione che le dà esistenza.

Di fronte alla gravità di questo nuovo documento vaticano, i firmatari insistono sul fatto che i vescovi non devono “assolutamente” tacere, perché lo scandalo che si è già verificato è grave e pubblico, e se non viene fermato, finirà sicuramente per essere sempre più amplificato”.

Tra i firmatari figurano numerose personalità note ai lettori di LifeSite, tra cui padre Gerald Murray, padre Robert Sirico, padre Glen Tattersall, il diacono Nick Donnelly, il professor Claudio Pierantoni, il dottor Peter Kwasniewski, il professor John Lamont, il professor Roberto de Mattei e la professoressa Anna Silvas, il dottor Gerard van den Aardweg e i professori John e Anna Rist. Tra i giornalisti figurano Philip Lawler, sua moglie Leila ed Eric Sammons, oltre al caporedattore di LifeSite John-Henry Westen.

5 Febbraio 2024

About Author

Redazione Infovaticana.it è un nuovo portale di informazione cattolica, che si prefigge l’obiettivo di trattare le notizie e gli avvenimenti che riguardano il mondo della Chiesa. Non solo le varie attività del Pontefice, ma anche ciò che accade in ambito locale, nazionale e internazionale. Gestito da un gruppo di ferventi laici impegnati da sempre all’interno della vita della Chiesa Universale e a sostegno di essa, il Portale, indipendente da qualsiasi istituzione, si pone, tra gli obiettivi, di veicolare la cultura cattolica nella vita quotidiana, nel lavoro e nel sociale, attraverso gli insegnamenti del Vangelo e del Magistero. Tra gli obiettivi del sito anche quello di raccontare il volto umano della Chiesa, analizzando l’attualità per trasmettere un messaggio che possa favorire l’interazione, il dialogo ed essere quindi uno strumento di evangelizzazione, diretta e indiretta, attraverso il Web e i Social Media, che lo stesso Santo Padre ha definito “un dono di Dio” e un luogo “ricco di umanità, non una rete di fili ma di persone umane” (dal Messaggio per la XLVIII Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, 24 gennaio 2014).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *